Taralli pugliesi

I taralli pugliesi sono un’antica tradizione della nostra regione, buonissimi in ogni momento!

taralli pugliesi

Possono avere varie dimensioni, ma essenzialmente sono di forma rotonda. Questa versione più piccola, ad esempio, viene realizzata in occasione della festa di San Ciro ch cade il 31 gennaio. Si conservano a lungo, sono leggeri e friabili e sono ottimi da sgranocchiare in qualsiasi momento, anche come antipasto. Essenzialmente sono conosciuti nella versione salata, ma ci sono anche alcune varianti dolci, ad esempio con glassatura di zucchero, che realizzeremo in seguito.

Per aiutarvi nella preparazione abbiamo realizzato un video passo passo che potete visualizzare sul nostro canale dedicato Canale VIDEO di MarGi oppure direttamente

Print Friendly

Taralli pugliesi

taralli pugliesi

Di admin Pubblicata: febbraio 3, 2014

    I taralli pugliesi sono un'antica tradizione della nostra regione, buonissimi in ogni momento! Possono avere varie dimensioni, …

    Ingredienti

    Istruzioni

    1. Disponete la farina in una ciotola, aggiungete l’olio e il sale: iniziate ad impastare (foto 1,2 e 3).
    2. Successivamente aggiungete il cucchiaino di rosmarino (o altra spezia da voi gradita) e, gradualmente, il vino bianco. Trasferite il composto su un piano e lavorate fino ad ottenere un composto liscio ed elastico (foto 4, 5 e 6).
      ricetta taralli pugliesi
    3. Rimettete il panetto nella ciotola, coprite e fate riposare l’impasto per 1 ora a temperatura ambiente (foto 7 e 8).
      ricetta taralli
    4. Trascorso il tempo di riposo riprendete il panetto e staccate dei piccoli pezzi. Stendetelo con i palmi delle mani fino ad ottenere un cordoncino liscio dello spessore di circa 1 cm (foto 9, 10 e 11).
      taralli
    5. Con un coltello tagliete dei pezzi di cordoncino della lunghezza di circa 10 cm. Girate il cordoncino quasi a formare un cerchio e sovrapponete un estremo sull’altro. Fate una leggera pressione sulle punte (foto 12, 13 e 14).
      ricette pugliesi
    6. Posizionate i taralli su un canovaccio pulito (foto 15) e terminate il panetto (per chi lo desidera può realizzare dei taralli anche più grandi o creare dei semplici bastoncini) (foto 16 e 17) .
      taralli salati

    7. Dopo aver dato forma procedete con la cottura: in una padella fate bollire l’acqua. Mentre questa giunge a bollore preparatevi un vassoio coperto con un canovaccio pulito, una schiumarola e una leccarda rivestita con carta da forno (foto 18, 19 e 20).
      tarallini
    8. Non appena l’acqua giunge a bollore immergete i taralli e, quando saliranno (ci vorranno pochissimi minuti),toglieteli con la schiumarola. Adagiateli delicatamente sul vassoio preparato in precedenza (foto 21, 22 e 23).
      ricetta tarallo
    9. Fateli scolare per un paio di minuti poi disponeteli sulla leccarda ed infornate, in forno preriscaldato, a 220° per circa 20 minuti o finchè non raggiungono un colore dorato (foto 24 e 25).
      cucina tarallo
    10. Guarda il video
     

    Info autrici:

    Maria e Giusy, ovvero MarGi, siamo due ragazze appassionate di cucina, ci piace sperimentare e proporre sempre nuovi piatti. Se vi fa piacere, seguiteci…