Mostaccioli con mosto cotto

I mostaccioli con mosto cotto  sono dei dolci tipicamente natalizi. Nella nostra zona (ossia nel foggiano) questi biscotti sono conosciuti come “pupurati”, hanno una forma   romboidale e/o circolare simili a taralli dolci (quest’ultima diffusa soprattutto nell’area di San Severo FG).

mostaccioli con mosto

L’origine di questi dolci è controversa: alcuni l’attribuiscono alla Campania altri alla Puglia altri ancora al Molise. Quel che possiamo affermare con sicurezza è che sono meridionali.

mostaccioli con cioccolato

L’etimologia della parola deriva dal latino mustaceum che significa letteralmente dolce con il mosto. Verificando le varie ricette trovate in rete abbiamo potuto constatare che in effetti molte di queste, pur vantando il titolo mostacciolo, in realtà non contengono l’ingrediente base. Noi invece vi posteremo la ricetta dei mostaccioli con mosto cotto e con mandorle che ci è stata tramandata (a tal proposito ringraziamo la nostra cara amica Antonietta) e che riteniamo sia quella originale. E voi cosa pensate della nostra versione?

A fine post troverete il video dei mostaccioli

Print Friendly

Prova a leggere anche queste ricette

Mostaccioli con mosto cotto

mostaccioli con mosto

Di admin Pubblicata: Dicembre 18, 2013

    I mostaccioli con mosto cotto  sono dei dolci tipicamente natalizi. Nella nostra zona (ossia nel foggiano) questi biscotti sono …

    Ingredienti

    Istruzioni

    1. Stendete le mandorle su una leccarda coperta con carta forno e tostatele in forno caldo (foto 1 e 2).
      mostaccioli
    2. Fatele raffreddare e poi, con un mixer, frullatele grossolanamente (foto 3 e 4).
      pupurati
    3. Lavate la buccia d’arancia, tagliatela a pezzi e, con un mixer, frullatela (foto 5, 6 e 7).
      pasta mostaccioli
    4. In un pentolino riscaldate leggermente l’acqua.

    5. Fatto ciò unite tutte le polveri in una ciotola capiente: farina, zucchero, cacao,mandorle tritate (foto 8, 9 e 10)
      cottura mostaccioli
    6. buccia d’arancia tritata,vanillina, lievito per dolci, cannella e garofano (foto 11 e 12) .Mescolate bene.
      taralli pugliesi
    7. A questo punto incorporate lentamente i liquidi e,ad ogni aggiunta, mescolate con le mani : iniziate con il mosto cotto, poi l’olio ed infine l’acqua (foto 13, 14 e 15).
      ricetta mostaccioli
    8. Lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un’mpasto sodo e compatto (foto 16).
      ricette con vincotto

    9. Posizionate il composto tra 2 fogli di carta da forno e stendetelo con un matterello( fino ad ottenere una sfoglia di pochi millimetri, non servirà aggiungere farina né sulla carta né sul piano da lavoro). Con una formina o con un coltello create i rombi . Per chi vuole rispettare le antiche tradizioni può realizzare dei taralli (prendete un pezzo del composto, lavoratelo prima tra le mani poi allungatelo ottenendo un cordoncino che chiuderete unendo gli estremi) (foto 17, 18 e 19).
      mostaccioli ricette
    10. Se non riuscite a stendere tutto l’impasto potete farlo gradualmente. I residui risultanti dalla formatura possono essere riutilizzati lavorandoli nuovamente con le mani.
    11. Posizionate i biscotti su una leccarda rivestita con carta forno ed infornate in forno caldo a 180° per circa 10/12 minuti. I tempi sono molto relativi: considerate che i biscotti lievitano leggermente: noi li abbiamo estratti dal forno quando in superficie si è formata una leggerissima crosticina (foto 20). Se allungate i tempi di cottura il risultato sarà un biscotto tendenzialmente duro.
      ricette con mosto cotto
    12. Per i più golosi: sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente, immergete i biscotti (freddi) nel cioccolato coprendoli interamente, estraeteli e posizionateli su un foglio d’alluminio. Fate solidificare il cioccolato a temperatura ambiente (foto 21 e 22). La quantità di cioccolato indicata sopra è stata sufficiente per coprire circa 1/3 dei biscotti.
      baked mostaccioli

     

    About the author

    Maria e Giusy, ovvero MarGi, siamo due ragazze appassionate di cucina, ci piace sperimentare e proporre sempre nuovi piatti. Se vi fa piacere, seguiteci...