Occhi di Santa Lucia: taralli dolci di Natale

Occhi di Santa Lucia: ovvero dei taralli dolci di Natale coperti con una gustosa glassa. occhi-di-santa-lucia

Questo dolce  viene preparato per l’occasione della festività di cui la ricetta stessa porta il nome ma, trattandosi di una ricorrenza prossima al Natale, questi gustosi tarallini vengono annoverati tra i dolci natalizi pugliesi

In realtà c’è un altro dolce che porta lo stesso nome e di cui non conoscevamo l’esistenza. Stiamo parlando dei lussekatter (chiamati anche lussebullar) un dolce svedese che, con i nostri tarallini, ha in comune solo il nome. I lussekatter sono dei gustosi dolcetti lievitati a base di farina, burro, zucchero e zafferano farciti con marmellata ( o altro). Inutile dirvi che a breve ci cimenteremo in questa ricetta. Intanto vi presentiamo i nostri “occhi di Santa Lucia”.
A fine ricetta potrete trovare anche il nostro video che vi mostrerà la semplicità della preparazione di questa ricetta. iscriviti al canale youtube passioniericette di margi
Vi invitiamo ad iscrivervi, se già non lo siete, al nostro canale video PassionieRicette di MarGi

Print Friendly

Come fare gli Occhi di Santa Lucia

occhi-di-santa-lucia

Di admin Pubblicata: Novembre 2, 2016

    Occhi di Santa Lucia: ovvero dei taralli dolci di Natale coperti con una gustosa glassa.  Questo dolce  viene preparato per …

    Ingredienti

    Istruzioni

    1. Trasferite la farina in una ciotola, unite il sale e, un po’ alla volta, gli ingredienti liquidi (foto 1 e 2).
      dolci-natalizi-1-2
    2. Lavorate gli ingredienti con cura fino ad ottenere un composto morbido ed elastico (foto 3 e 4).
      dolci-pugliesi-3-4
    3. Staccate un pezzo d’impasto e realizzate un cordoncino (foto 5 e 6).
      dolci-natalizi-pugliesi-5-6
    4. Ricavate dei piccoli bastoncini e, con l’aiuto dell’indice, unite le due estremità ottenendo il tarallino (foto 7 e 8).
      ricetta-occhi-santa-lucia-7-8
    5. Disponete i tarallini su una leccarda rivestita con carta da forno. Cuocete in forno caldo a 160° per circa 20 minuti o, fino a quando, i tarallini non hanno raggiunto un colore leggermente dorato (foto 9 e 10).
      dolci-tipici-natale-9-10
    6. Quando i tarallini sono cotti fateli raffreddare. Nel frattempo preparate la glassa reale seguendo il procedimento descritto nella seguente ricetta glassa reale.
    7. Dopo aver preparato la glassa immergete i tarallini, raccoglieteli con una forchetta e posizionateli su una gratella per far colare la glassa in eccesso (foto 11 e 12).
      dolci-regionali-natalizi-11-12
    8. Fate asciugare i tarallini a temperatura ambiente (foto 13)
      taralli-pugliesi-13
    9. Guarda la video ricetta
     

    About the author

    Maria e Giusy, ovvero MarGi, siamo due ragazze appassionate di cucina, ci piace sperimentare e proporre sempre nuovi piatti. Se vi fa piacere, seguiteci...